Rosacea cos'è
Come controllare la rosacea?
La rosacea è una malattia che si manifesta con eritema ed arrossamenti del viso come risposta a vari fattori scatenanti: temperature estreme, emozioni forti, alcol, alimenti piccanti.
Non è ancora nota una causa specifica di questo disturbo, per quanto sembri associato a fattori genetici, a un sistema immunitario indebolito e a un'infezione da batteri o da acari.

Le tre caratteristiche della malattia - coinvolgimento vascolare ( vasi sanguigni visibili), danno follicolare ( papule simili all'acne), stimolazione del tessuto connettivo ( rinofima) - consentono diversi approcci : trattamenti topici ed antimicrobici, trattamenti laser e luce pulsata.


Esistono quattro varianti di rosacea:

1. Rosacea eritemato teleangectasica. Caratterizata da arrossamenti persistenti con vasi sanguigni visibili sul viso.

2. Rosacea papulo-pustolosa. Si manifesta con brufoli simili all'acne e presenza di acari del genere Demodex.

3. Rosacea fimatosa. Colpisce spesso il naso.

4. Rosacea oculare, rosacea blefarite, rosacea keratitis. Si manifesta con occhi arrossati con sensazione di corpo estraneo, bruciore, secchezza.
Queste lesioni peggiorano con il tempo se non vengono trattate.
Come controllare la rosacea?
Rosacea come si cura o meglio come si controlla.
Una dieta ideale per i pazienti non esiste perché gli alimenti che possono scatenare l'eritema variano da persona a persona. I più frequenti sono: bevande e cibi molto calde, alimenti picanti, alcolici.
Il consiglio è di osservare cosa si è mangiato o bevuto prima del peggioramento e cercare di evitare questi alimenti.
Nello studio pubblicato su JAMA Dermatology hanno scoperto che il rischio di rosacea diminuiva con il consumo di caffè con caffeina, e non quello decaffeinato o di altre bevande contenenti caffeina come il tè o la cioccolata.
Altri fattori scatenanti sono:

  • la luce solare ( non dimenticatevi di usare protezione solare 50+)
  • stress
  • rabbia
  • attività fisica ( nuoto è perfetto per i pazienti con rosacea)
  • saune
  • vento
  • alcuni cosmetici ( sopratutto quelli contenenti acidi, alcol, profumi, mentolo, menta).
Se non riesci a controllare le fasi attive fissa un appuntamento con un dermatologo, che può suggerirti un trattamento specifico.
Dott.ssa Maria Gavrilova

Specialista in Dermatologia Empoli, Firenze
Membro della Società Spagnola di Dermatologia (AEDV), International Dermoscopy Society (IDS) e del European Academy of Dermatology and Venereology (EADV).
Made on
Tilda